domenica, giugno 26, 2005

"Anche i pomelli hanno l'anima" dal Diario del Capitano Vita


Anche i pomelli hanno un'anima; ne sono convinto. La riprova? Avanti ieri ne ho rotto uno e non è facile descrivervi il dolore che ho provato. Se è vero che io esisto, almeno perchè qualcuno mi legge, non può non esistere l'anima di quel povero pomello d'ottone che tanto nel dispiacere mi ha gettato. Devo fare attenzione, lo so. Tale postulato conduce inevitabilmente alle teorie tribali-animiste. E la mia paura, ora, è che ogni cosa attorno a me sia animata e mi osservi. In tal caso, persino il battere sul foglio del mio pennino provoca orrore. Ho la sensazione di essere un assassino. E quel pomello ne è la povera vittima. Non ho più neanche il coraggio di scrivere. Neanche quello di soffiar via quelle piccole povere particelle di polvere.